Intestazione Padre Giuseppe Puglisi. Sì, ma verso dove?















Torna a Testimonianze

Pubblichiamo due articoli sulla testimonianza a Pessano pubblicati sulla rivista "La filanda" del Comune milanese, anno XII, numero 4, Giugno 2007

La “Giornata della legalità” con l’Associazione di Don Puglisi
Profondi momenti di riflessione per gli studenti e alta partecipazione

(da sinistra : Ass. Roberto Denaro, Ass. Monica Meroni, Dino Musso, Gianfranca Cacciatore, Sindaco Giuseppe Caridi, Rosaria CascioGrazie alla “Giornata della legalità” gli studenti delle medie hanno potuto vivere importanti momenti di riflessione sul grave problema della mafia: durante l’incontro con l’associazione Don Puglisi sono stati trattati temi profondi, molto sentiti e partecipati da parte degli studenti. Presentazione della giornata
L’incontro era stato preceduto dalla visione del film “Alla luce del sole”, il 19 aprile, richiesto a piena voce dal Consiglio Comunale dei ragazzi che, riproponendo l’eccezionale testimonianza di Don Giuseppe Puglisi, ha colpito i ragazzi profondamente, aprendo molteplici prospettive di riflessione e dibattito, dall’educazione alla legalità all’importanza della famiglia e della scuola come nuclei nei quali è possibile, in primo luogo, combattere la cultura di morte e violenza di cui la mafia è portatrice, al valore della cittadinanza attiva.
L'Albero "Falcone" nel giardino della scuolaDurante la giornata i componenti dell’associazione, che hanno conosciuto personalmente Don Puglisi, hanno esposto la vita del coraggioso parroco, nato nella borgata palermitana di Brancaccio il 15 settembre 1937, figlio di un calzolaio e di una sarta, e ucciso dalla mafia nella stessa borgata il 15 settembre 1993 (giorno del suo 56esimo compleanno), attraverso sentiti ricordi, racconti e la proiezione di fotografie e pochi filmati, poiché il sacerdote non amava mettersi in mostra: un filmato ha mostrato 3P (acronimo di padre Pino Puglisi da Palermo) mentre parlava ad un’ intervistatrice della Rai durante l'inaugurazione del centro “Padre Nostro” e un video amatoriale lo ha ritratto durante una celebrazione eucaristica.
Tra un incontro e il successivo i membri dell’associazione hanno visitato il paese e pranzato presso la mensa scolastica insieme al Sindaco Giuseppe Caridi, ad alcuni Assessori, agli insegnanti e agli studenti.
La “Giornata della legalità” ha dato la possibilità ai nostri ragazzi di vivere e conoscere emozioni e realtà che non dimenticheranno facilmente.
A pessano la Via Giuseppe Puglisi
9 maggio 2007 - “GIORNATA DELLA LEGALITA’”: IL GRANDE SUCCESSO DELL’INIZIATIVA
Un momento della testimonianzaHa sicuramente fatto registrare un grande successo l’iniziativa promossa dalla Commissione “Legalità” del nostro istituto comprensivo: gli alunni delle classi seconde e terze della scuola secondaria e i giovani consiglieri del Consiglio Comunale dei ragazzi hanno incontrato, presso la sala consiliare, tre rappresentanti dell’associazione “Padre Puglisi. Sì, ma verso dove?”.
All’importante appuntamento, che ha occupato l’intera giornata, hanno presenziato e portato il loro saluto il Sindaco Giuseppe Caridi e gli Assessori Monica Meroni e Roberto Denaro.
Presenti, oltre ai docenti, anche alcuni rappresentanti della sezione locale dell’Anpi, il parroco di Pessano, don Lorenzo, e don Stefano, sacerdote di Gessate, che lo scorso anno ha accompagnato a Palermo, alla sede dell’associazione, un gruppo di giovani.
Rosaria, Gianfranca e Dino, tre ex - adolescenti del gruppo giovanile di don Pino Puglisi, tre “protagonisti” che hanno vissuto in diretta l’impegno di “3P” nel quartiere Brancaccio di Palermo e, purtroppo, la sua morte per mano della mafia, hanno testimoniato, con il supporto di video e foto, l’esperienza di vita e i valori trasmessi da Don Puglisi e hanno accompagnato i ragazzi ad una profonda riflessione sul significato di lotta alla mafia e ad ogni forma di violenza che cerca di “schiacciare” la dignità dell’uomo.
Dagli interventi dei ragazzi e delle ragazze e dalle domande poste sicuramente si è potuto trarre tanta voglia di sapere, di conoscere, ma anche tanta energia e tanto impegno, in una parola tanto ottimismo sulle prospettive d’impegno dei ragazzi stessi. Gli alunni cantano "Pensa" di Fabrizio Moro
Significativa, inoltre, la decisione di cantare all’inizio e alla fine dell’incontro la canzone di F. Moro “ Pensa”, a testimonianza che anche con un testo musicale si possono portare avanti le idee di uomini e donne che hanno pagato con la vita la battaglia a difesa della legalità; come a dire “ Le loro idee camminino anche sulle nostre gambe”.
Al termine dell’incontro l’associazione ha donato ad ogni alunno il libro di F. Deliziosi “Don Giuseppe Puglisi. Il prete martire ucciso dalla mafia”.
Un particolare ringraziamento al Consiglio Comunale dei ragazzi che ha contribuito anche economicamente per la realizzazione dell’evento.

Per la Commissione “Legalità”Mina Landolfi

Webmaster: Rosaria Cascio
Sito accessibile

Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!